• dfurchi@libero.it
  • +39 0963 669523 - +39 347 7624175

Tag Archives: cipolla

2 star Bellavita Awards

Bellavita Awards 2 stelle alla Mousse di Cipolla

Tags : 

Il Bellavita Awards è un riconoscimento valido a livello internazionale che viene conferito annualmente a Londra  e che è riconosciuto a livello internazionale.

2 star Bellavita Awards

Quest’anno la giuria  ha assegnato alla nostra Mousse di Cipolla le 2 stelle e noi siamo orgogliosi del premio e potremo fregiarci del loro logo a 2 stelle sulle confezioni e ovunque si parli della nostra Mousse di Cipolla.

Mousse di Cipolla

I Bellavita Awards celebrano l’origine e l’autenticità del vero Made-in-Italy. Uno degli obiettivi è quello di permettere di riconoscere come originali e italiani al 100% i migliori prodotti esaminati. I Bellavita Awards sono il riconoscimento dei risultati di eccellenza unici per il meglio dei prodotti artigianali italiani. Un team di 213 giudici tra esperti di altissimo profilo, sommelier, giornalisti e buyers hanno assaggiato e votato i prodotti candidati durante l’edizione 2015 seguendo delle regole precise.

Ogni giudice ha una lista di 10 prodotti da valutare con votazione da 4 a 10 in base a

- Esperienza sensoriale

- La storia del produttore

- Il packaging

- La rilevanza del prodotto nel mercato UK

- Un giudizio d’insieme

I consumatori che acquistano prodotti contrassegnati dal logo Bellavista Awards hanno quindi la garanzia di portare a casa un prodotto 100% artigianale e made in Italy di ottima qualità.

 


cipolle gratinate al forno

Ricetta cipolle rosse di Tropea Calabria IGP gratinate

Tags : 

Cipolle rosse di Tropea Calabria IGP si prestano ad infinite preparazioni.

Godiamo delle cipolle rosse di Tropea Calabria IGP finchè sono di stagione, le troviamo fresche solo pochi mesi all’anno, quindi approfittiamone.

Questa è una ricetta semplicissima, molto veloce da preparare, anzi potete prepararla pure in anticipo. Ottime come antipasto, queste cipolle si possono anche offrire come contorno oppure come cena leggera.

cipolle gratinate al forno

Ecco cosa occorre:

  • 8 cipolle rosse medie di Tropea Calabria IGP
  • 100 g di olio evo
  • 60 g di pangrattato
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

Ed ecco come preparare il piatto:

Sbucciare le cipolle e lavarle. Far sgocciolare bene e tagliare le cipolle a metà, in senso orizzontale.

In una pirofila da forno mettere un filo di olio e disporre le cipolle  con il taglio verso l’alto. Regolare di sale e irrorare di olio, quindi infornare a 250° per 20 minuti circa.

Intanto mescolare il pangrattato con il prezzemolo lavato, asciugato e tritato. Aggiungere anche una generosa macinata di pepe nero.

Estrarre la pirofila dal forno, cospargere le cipolle, parzialmente cotte, con il pangrattato condito. Infornare nuovamente per altri 5 minuti per far formare una crosticina croccante con il grill acceso.


11026783_1650748341830160_5619671474850363225_o

LA NOTTE DELLA ROSSA – LA CIPOLLA

Tags : 

Delizie Vaticane di Tropea  non è solo produzione e vendita di prodotti tipici. E’ anche promozione di una terra ricca e ospitale, magari un po’ impervia da raggiungere, ma dove si ha modo di trovare gente che ti accoglie a braccia aperte.

La sera del 23 agosto a Tropea si è tenuta la manifestazione “ La notte della Rossa”, dove la Rossa ovviamente è lei, la Cipolla Rossa  di Tropea  Calabria IGP.

11046794_1650748458496815_6158265574377556662_o

La manifestazione, a parte gli stand gastronomici e di artigianato, ha  raggiunto  il suo culmine nella gara per la treccia  di cipolla più bella  fatta in diretta davanti  agli occhi affascinati dei presenti.

11882307_1650749935163334_4680771113938537073_o

Alla gara hanno partecipato diversi produttori, ma la vittoria  se la è aggiudicata la ditta Furchì Serafino, padre e capostipite dei fratelli  Furchì di Delizie Vaticane di Tropea, Domenico e Francesco.

11026783_1650748341830160_5619671474850363225_o

11894550_1650748285163499_2001493084060059394_o

11882584_1473280319664543_302383649035166302_o

Le maestranze hanno dato il meglio nella gara dimostrando abilità e amore per il loro lavoro.

Quando un’azienda ha dipendenti così ha il successo garantito.

Dato il successo della serata e, soprattutto della gara della treccia di cipolla, il 29 agosto in diretta televisiva alle 14,00 su Rai 3, è stata presentata la treccia più lunga realizzata sempre dalle maestranze della ditta Furchì Serafino, ben m. 19,40, lunghezza  certificata dalla giornalista Rai Maria Vittoria Morano e dal direttore del Consorzio di Tutela Cipolla Rossa di Tropea IGP Simone Saturnino.

11958261_1473126026346639_421731502348018550_o

Alcune fasi della lavorazione della treccia di cipolla.

11032081_1473262162999692_2259122538437746314_o

11224787_1473142323011676_3226273179187501336_o

11947778_1473142049678370_3764245526386513223_o

11232901_1473244183001490_2544711874748037990_o

La misurazione della treccia di cipolla.

11884997_1473125903013318_3743282024106961451_o

11952889_1473143886344853_1916283770099197046_o

Potranno sembrare semplici riconoscimenti, ma denotano l’amore per le cose che si fanno, dalla produzione della materia prima da parte sig. Serafino  Furchì fino alla trasformazione da parte del figlio Domenico Furchì che dopo studi universitari fuori regione, è tornato a casa e da allora si dedica con dedizione alla diffusione di prodotti tipici calabresi da cui traspare tutto l’amore per la propria terra.


  • -
Cipolla Rossa di Tropea Calabria IGP

Effetti Salutari

Tags : 

 

 

 

Afrodisiaca, antisettica, anestetica, diuretica, cura i reumatismi, il mal di testa ,gli ascessi , le verruche, i foruncoli, le emorroidi,  favorisce la secrezione biliare, previene raffreddore e influenza, emolliente, antiasmatica , anti-sclerotica  regola il tasso di colesterolo nel sangue, efficace contro  il diabete e le punture di insetti, allontana il rischio tumorale e preserva dall’ invecchiamento. 


  • -
DSC01262

Cipolla “Donna Canfora”

Tags : 

La leggenda di Donna Canfora

I Saraceni  che compivano razzie lungo la costa di Tropea e Capo Vaticano ,un giorno si presentarono sotto le mentite spoglie di mercanti orientali ,venditori di spezie  e sete colorate ,sul litorale di Torre Ruffa ,tentando di rapire la leggendaria Donna Canfora

Era Donna Canfora ,una gentildonna ricchissima  e bellissima ,conoscitrice di antiche ricette e squisiti intingoli ,che preparava lei di persona utilizzando i prodotti locali a base di Cipolla Rossa che cresceva dolce e squisita nel suo comprensorio .

Rimasta vedova ancor giovane ,volle consacrare la sua vita all’infelice consorte ,e passava il tempo lavorando all’arcolaio e preparando delle meravigliose ricette che tutte le donne le invidiavano.

Quel giorno che arrivarono i falsi mercanti ,Donna canfora aveva appena finito di copiare alcune delle sue ricette ,ed arrivata la cameriera ,le raccontò che tutte le donne del paese erano corse in spiaggia dai venditori di spezie e sete. Donna Canfora convinta della cameriera, si apprestò  anch’essa ad andarci sperando di trovare delle buone spezie co cui inventare altre ricette ,e fece costudire alla cameriera le ultime ricette preparate .

Giunta colà il capitano la fece salire a bordo e con un cenno fece issare l’ancora e spingere le vele ,e la nave inizio ad allontanarsi dalla spiaggia sotto le grida disperate di altre donne ,lei capi le intenzioni di Saraceni ,e chiedendo di dare l’ultimo saluto alla sua terra  ed alla sua gente, andò diritta sulla poppa e sollevando gli occhi al cielo si lanciò in mare gridando:

“Impara ,o Tiranno, che donne di questa terra preferiscono la morte al disonore!”

Le vesti appesantite dall’acqua, non le diedero la possibilità di guardare la riva ,e cosi scomparve fra le onde, la sua cameriera in suo onore diede le sue ricette di Donna Canfora ,alle donne del paese cosicché il suo ricordo restava indelebile ,e da una vecchia ricetta  di cipolla marinata attribuita proprio a Donna Canfora ,rendiamo anche noi il nostro tributo

Tratto e adattato da “Capo Vaticano” di Agostino Pantano edizione 1970


Prodotti artigianali senza coloranti e conservanti.